MISURA “TECH FAST LOMBARDIA” (AZIONE I.1.B.1.2)

Obiettivi

La Misura intende intercettare progetti di sviluppo tecnologico giunti ad un certo grado di maturità tecnico-scientifica (ad esempio lo sviluppo di prototipi, la realizzazione di prodotti pilota, test e convalida di prodotti, processi o servizi nuovi o migliorati), eventualmente abbinati ad attività di innovazione di processo, al fine di implementare meccanismi virtuosi di accelerazione dell’innovazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle PMI lombarde – attraverso la progettazione, sperimentazione e l’adozione di soluzioni innovative nelle aree strategiche di Regione Lombardia – in grado di agevolarne un riposizionamento competitivo grazie al raggiungimento di un più elevato potenziale in termini di produttività ed attrattività.

Beneficiari

Le PMI lombarde

Dotazione finanziaria

19 Milioni di euro

Agevolazione

L’agevolazione, concessa ed erogata sotto forma di contributo in conto capitale, è pari al 50% delle spese ammissibili fino ad un massimo di € 250.000.

Interventi ammissibili

Sono ammissibili progetti di:
Sviluppo sperimentale e di innovazione di processo (nell’ambito dei quali possono essere ricomprese anche attività di trasformazione digitale quali – ad esempio – advanced manufacturing solutions, addittive manufacturing, realtà aumentata, simulation, industrial internet, cloud, cybersecurity, big data),
Solo sviluppo sperimentale

Afferenti alle aree di specializzazione intelligente (S3) di Regione Lombardia, rilette in chiave di ecosistemi legati alla centralità della persona e dei relativi bisogni in attuazione della LR 29/2016, finalizzati ad incrementare il valore aggiunto innovativo delle imprese lombarde attraverso la sperimentazione e l’adozione di soluzioni innovative.

Ai fini dell’ammissibilità alle agevolazioni, i progetti devono:

a) Essere realizzati nell’ambito di sede operativa ubicata sul territorio lombardo;

b) Prevedere un importo di spesa non inferiore a € 80.000,00;

c) Essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di partecipazione al bando attuativo.

Le spese ammissibili saranno ulteriormente dettagliate nel bando attuativo.

Spese ammissibili

a) Le spese di personale mediante il ricorso alle opzioni di semplificazione dei costi di cui alla DGR n. 4664 del 23/12/2015, in funzione delle rispettive ore lavorate, valorizzate in base al costo unitario standard orario per le imprese beneficiarie pari a € 30,58;

b) I costi relativi a strumentazione e attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto;

c) I costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato, nonché costi per i servizi di consulenza e servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini del progetto;

d) Gli altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili al progetto;

e) Le spese generali supplementari calcolate con tasso forfettario pari al 15% delle spese di personale.

Le spese ammissibili saranno ulteriormente dettagliate nel bando attuativo.

Regime di aiuto

 

Le agevolazioni allo sviluppo e all’innovazione sono concesse secondo il Regolamento Generale di esenzione (UE) n. 651/2014 ai sensi degli artt. da 1-2-3-4-5-6-7-9-10-11-12 nonché ai sensi degli artt. 25 comma 2 lettera c), comma 3 lettere a), b), d) ed e), comma 5 lettera c) e comma 6 lettere a) e b) ii all’art. 29 comma 3 lettere a), b), c), d) e comma 4.
Le agevolazioni previste non sono cumulabili con altre agevolazioni concesse per le medesime spese e qualificabili come aiuti di Stato, ai sensi degli articoli 107 e 108 del TFUE, ivi incluse quelle concesse a titolo “de minimis”.

Presentazione domande

La domanda dovrà essere presentata a pena di inammissibilità sulla piattaforma Bandi On Line

Lunedì 5 luglio ore 14:00.

 

L’istruttoria delle domande di partecipazione presentate – formale e tecnica – è effettuata in base ad una procedura valutativa a sportello (art. 5/III del D.Lgs. 123/1998), secondo l’ordine cronologico di ricezione delle stesse sul Sistema Informativo regionale.

Contatta le nostre relazioni esterne

☎ 3393171541



Contattaci

Value Target offre gratuitamente lo studio preliminare di prefattibilità per capire quali sono le migliori opportunità per la tua azienda. Contattaci per saperne di più.

    Accetto i termini della privacy policy

    Ti serve una consulenza?